Anna and the King

Pubblicato il 15 Mag 2013 in Drammatico

imm (3)Anna è una giovane vedova che arriva in Siam con il figlio Luis per insegnare la lingua e la cultura inglese ai 68 figli del re Rama IV Mongkut. Lei è una donna intelligente e determinata e questo fa piacere al Re, che ha intenzione di rimodernare il suo paese per salvarlo dalla minaccia del colonialismo, proteggendo nel frattempo molte delle antiche tradizioni che danno al Siam la sua identità unica.
Anna è incantata dai bambini reali, in particolare dalla Principessa Fa-ying (Melissa Campbell). La ragazzina si identifica con lo spirito delle scimmie giocose che vivono sugli alberi dei giardini reali. Quando la bambina si ammala improvvisamente di colera, Anna viene chiamata nelle sue stanze per dirle addio. L’insegnante arriva proprio nel momento in cui Fa-ying muore tra le braccia del padre, e i due la piangono insieme. Qualche tempo dopo, quando il Re si accorge che una delle scimmie ha “preso in prestito” i suoi occhiali, come faceva sua figlia, è confortato nel suo dolore dalla sua fede nella reincarnazione e dall’idea che Fa-ying possa essere rinata nella forma di uno dei suoi animali preferiti.
Per ottenere la benevolenza degli Inglesi, il Re decide di tenere un sontuoso ricevimento, e affida ad Anna il compito di organizzarlo. Durante il ricevimento, il Re lotta verbalmente con grazia ed arguzia con Sir Kincaid, della Compagnia Inglese delle Indie Orientali, il quale accusa il Siam di essere una nazione superstiziosa. Al termine del ricevimento, il Re danza con Anna.
Dama Tuptim (Bai Ling), la nuova favorita del Re, era già fidanzata quando era stata portata a corte. Il Re è gentile con lei, ma Tuptim è troppo infelice e scappa, travestendosi da uomo e unendosi come monaco al monastero nel quale vive il suo innamorato, Khun Phra Balat. È rintracciata e riportata a palazzo, imprigionata e picchiata insieme al suo Balat. Nonostante il Re voglia mitigare le pene dei due amanti, Anna, di fronte all’intero tribunale, insiste che il Re sia misericordioso, limitando fortemente la capacità di quest’ultimo di fare ciò, poiché, se lo facesse, sembrerebbe che avesse subito l’influenza di una donna straniera, e questo non può essere tollerato. Tuptim e Balat sono decapitati di fronte all’intera corte, nonostante la sentenza sia ritenuta terribilmente ingiusta.
Gli aspetti politici della vicenda sono completamente inventati: il Siam è minacciato da un colpo di stato di soldati birmani contro re Mongkut, che sembra essere finanziato dai Britannici. Mongkut manda suo fratello, il principe Chaofa, ed il suo consigliere militare, il generale Alak, ad investigare.
Si scopre che Alak è il cervello dietro al colpo di stato, e si ribella uccidendo Chaofa. In seguito scappa in Birmania, dove richiama le sue truppe e le prepara ad invadere il Siam uccidendo il Re ed i suoi figli.

Versione: DVDRip – Qualità: A.10 – V.10

Streaming:
Nowvideo
Videopremium

Download:
Nowdownload